23 aprile 2016

Siria: I terroristi hanno una nuova arma


Caro Diario,
Nel giro di 40 giorni in Siria sono stati abbattuti 6 veicoli Russi e Siriani. A questo punto e' chiaro che una nuova arma e' stata messa a disposizione delle forze anti Assad.
Ne avevamo parlato spiegando le ragioni del ritiro Russo degli aerei ad ala fissa, che sono poi stati sostituiti dagli elicotteri d'attacco Mi28 e K50, dotati di contromisure elettroniche. Nonostante cio' anche un Mi28 è stato abbattuto, benche' i Russi parlino di un incidente. In sostanza il conflitto in Siria non si é ancora concluso: le parti in causa stanno chiaramente giocando al rialzo.

20 aprile 2016

L'Italia è un Paese malato di mente. Esibizionisti, individualisti, masochisti, fatalisti

“L’Italia è un paziente malato di mente. Malato grave. Dal punto di vista psichiatrico, direi che è da ricovero. Però non ci sono più i manicomi”. Il professor Vittorino Andreoli, uno dei massimi esponenti della psichiatria contemporanea, ex direttore del Dipartimento di psichiatria di Verona, membro della New York Academy of Sciences e presidente del Section Committee on Psychopathology of Expression della World Psychiatric Association ha messo idealmente sul lettino questo Paese che si dibatte tra crisi economica e caos politico e si è fatto un’idea precisa del malessere del suo popolo. Un’idea drammatica. Con una premessa: “Che io vedo gli italiani da italiano, in questo momento particolare. Quindi, sia chiaro che questa è una visione degli altri e nello stesso tempo di me. Come in uno specchio”.

19 aprile 2016

ComeDonChischiotte: Chiude il migliore sito di informazione alternativa in Italiano

Caro Diario,
 ComeDonChischiotte chiude. Lo ha annunciato il suo amministratore Davide.
La notizia di mi colpisce molto: anche per me e' una fonte quotidiana di informazioni insostituibile.
Allo stesso tempo comprendo bene il senso di stanchezza di chi da anni si sforza di fare informazione in un panorama culturale diroccato come quello di lingua Italiana. Questo senso del parlare ai muri del menefreghismo italico, che reagisce con indifferenza atavica.
Allevando pecore a Eliopoli, posso testimoniare che la loro proverbiale stupidita' e' esagerata. Dire degli italiani che sono pecoroni e' un insulto al povero animale. Vi sono eccezioni e sicuramente Davide e' fra quelli che fa sentire fieri di appartenere a questo popolo.
Vorrei ringraziare Davide per il lavoro che ha fatto, non gli chiedero' di cambiare idea. Gli auguro solo che si ricordi del perche' lo facciamo veramente:
Non per cambiare il mondo, ma per impedire che il Mondo ci cambi. 

17 marzo 2016

Soros scatena la rivoluzione colorata contro... gli USA

Caro Diario,
come riporta Zero Edge,   i famigerati gruppi di "pacifica resistenza civile" che ci hanno regalato in passato l'Ucraina, la Siria e la Libia sono in azione di nuovo. Perfino il nome che usano "primavera di democrazia" richiama la primavera Araba.
Questa volta il nemico non e' un "dittatore in carica", bensi' uno potenziale: il miliardario Donald Trump.  L'aspetto ridicolo e' che -come alternativa al volgare magnate - viene proposta una donna sadica, votata alla guerra, corrotta dai miliardi di Goldamann Sachs, moglie di un ex presidente. Contro di lei, criminale di guerra dimostrata, non vi saranno dimostrazioni di massa. Ma Trump non passera', lo dicono i miliardari!  Insomma dopo la guerra preventiva siamo arrivati la rivoluzione "just in case".
 Ma la vera novita' e' che il terreno di battaglia questa volta non e' un oscuo  sono gli Stati Uniti d'America, il cuore  dell'impero.

Una strategia del genere, riflette la disperazione di coloro che la stanno proponendo, in quanto ha sempre portato a profonda disgregazione sociale, quando non alla guerra civile.
Il che ci riporta a quanto scrivevamo un paio di anni fa in Updated: Profezie 2014: aggiornamento

15 marzo 2016

UPDATED - Il vero motivo della ritirata russa dalla Siria?

mappa dela situazione sul terreno aggiornata al 6 marzo 2016. In nero le zone controllate dall'ISIS.
Caro diario,
I russi tornano a casa, lo ha annunciato ieri il presidente russo insieme al suo ministro degli esteri e della difesa.
la mossa a sorpresa di Putin ha lasciato tutti di stucco.
Secondo la dichiarazione ufficiale la Russia ha "raggiunto i suoi obbiettivi".
Giulietto Chiesa ci crede e lancia il suo panegirico della vittoria.
Noi ci permettiamo di dubitarne: buona parte del paese e' sotto il controllo dell'ISIS, la roccaforte dei terroristi, Raqqa, sta sempre li, i Turchi continuano a supportare l'IS indirettamente e con attacchi contro i Curdi....
Il ritiro dei Russi lascia la strada aperta al Pino B americano che consiste nella spartizione del paese in tre parti: una costiera al governo attuale, la zona nord ai Curdi e l'ovest all'ISIS.
Tutto questo mentre la vittoria totale e' a un paio di settimane di distanza.
Insomma ci deve essere qualcosa d'altro, una motivazione ben piu' importante.
Potrebbe trtatarsi' dello spiegamento di una nuova arma. La stessa che ha abbattuto il MIG 21 siriano due giorni fa. Un sistema antiaereo portatile di ultima generazione, nelle mani dei terroristi potrebbe costare carissimo ai Russi, lo hanno imparato a loro spese in Afganistan. Lo Stinger FMI 92 viene prodotto direttamente in Turchia, una sua piena disponibilita' sul campo di battaglia significa arei abbattuti.
E' un prezzo politico che Putin non puo' permettersi di pagare. Quindi la ritirata strategica, prima che il mito dell'invincibilita' Russa venga messo a dura prova.
Un ulteriore motivazione e' il probabile riaccendersi del conflitto in Ucraina dell'est fra ora e questa estate.
Gli Ucraini hanno approfittato della tregua per addestrare e armare il loro esercito con armi NATO e si sono accordati con i Turchi che sono incazzati a morte con i Russi.
I quali rischiano di trovarsi coinvolti su due fronti.
Putin ha ancora una volta colto tutti di sorpresa, decidendo per una vittoria di cartone piuttosto che una sconfitta esplosiva.
Non pensiamo che questa sara' l'ultima delle sorprese del nostro.

UPDATE

Pepe Escobar su Facebook conferma quanto spieghiamo in questo articolo: probabilmente una nuova arma e' stata impiegata che ha indotto i russi a ritirarsi. Vi sarebbe un accordo di qualche tipo, che includerebbe anche l'Ucraina....

08 marzo 2016

FARSA LIBICA: L’ITALIETTA NELLA GIOSTRA DEI BURATTINI

In questo articolo di Giampiero Venturi tratto da Difesa Online la prossima guerra in Libia viene inquadrata in un lucido scenario geopolitico. L'irrilevanza politica dell'Italietta di Renzi, maggiordomi di potenze estere  viene inquadrata perfettamente. Manca, a dire il vero, un riferimento alle potenziali mosse di Russia e Cina. una lettura interessante.



07/03/16 
Agli inizi di febbraio lo avevamo previsto (leggi articolo): l’Italia prende appunti e si appresta ad eseguire gli ordini. “Ora la questione libica è cosa vostra”. La richiesta di inviare un cospicuo contingente di truppe in Libia stavolta arriva direttamente dall’ambasciatore John Phillips, ormai più nelle vesti di governatore che in quelle di diplomatico a Roma.

06 marzo 2016

RUSSIA - NATO flotte contrapposte - sempre piu' vicino lo scenario profetico di Irlmaier


Caro Diario,
nell'ultimo periodo trovo meno tempo per riempire le tue pagine, Per il sottoscritto l'avvio della sequenza profetica descritto da Irlmaier e' talmente evidente che mi sono stufato di provare a convincere gli zombidioti e dedico il tempo alla preparazione.
Le grandi flotte sono nel mediterraneo a fronteggiarsi. il prossimo passo dovrebbe essere il movimento della pace che ferma il conflitto a un passo dell'abisso.

13 febbraio 2016

UPDATED: la favola dei 20.000 carriarmati arabi e la realtá della guerra


Caro Diario,
la situazione in Medio Oriente si fa drammatica
Secondo diversi media sauditi, una forza di 350.000 soldati, proveniente da stati arabi del Golfo Persico e un certo numero di altri paesi, tra cui Egitto, Sudan e Pakistan,  prenderanno parte alla esercitazione militare saudita  'North Thunder' nella zona di Hafer al-Batin, che si trova vicino al confine iracheno. I sauditi sostengano che parteciperanno alla esercitazione 2.540 aerei da guerra, 20.000 carri armati e 460 elicotteri .
aha.
Questi i numeri sono totalmente inventati.

WWIII: combattimenti in centro Europa secondo le profezie di Irlmeier